Che cos’è la spiritualità queer? L’arte contemporanea di Pomada a Varsavia

Pomada (in italiano ‘pomata’) è un evento dedicato alle arti visive che ogni anno si svolge a Varsavia presso la prestigiosa galleria d’arte nazionale Zachęta. Si tratta di un’iniziativa indipendente, sovvertitrice dell’ordine sociale eteronormativo, che dal 2010 realizza eventi culturali a Varsavia. Nelle edizioni precedenti gli organizzatori di Pomada si sono occupati di approfondire tematiche come la carnalità, la sessualità, la non-eteronormatività nel business e il ruolo delle persone non eterosessuali nei media. Quest’anno, invece, sotto la parola d’ordine “test dello spirito”, dal 13 fino al 15 novembre 2015, avrà luogo la sesta edizione interamente dedicata a indagare le interconnessione tra il queer e la spiritualità.

The Messiah Complex is created and performed by Michael Dudek. Photo by Larry Glawson

The Messiah Complex is created and performed by Michael Dudek. Photo by Larry Glawson

Le domande che gli organizzatori si pongono ora sono: che cos’è la “spiritualità” e, ancor meglio, la spiritualità queer? Esiste davvero la spiritualità queer?

Oggetto di ricerca queer di questa edizione saranno le stelle, l’oroscopo, le sfere e i cristalli magici, gli incantesimi, le carte dei tarocchi e le maschere rituali. I suoi protagonisti e le sue protagoniste sono le streghe, le guaritrici, gli sciamani, gli indovini, le guide spirituali.

L’evento principale dell’edizione di quest’anno sarà una mostra allestita nel seminterrato del Centro d’Arte Contemporanea del Castello Ujazdowski nei giorni 13-29 novembre 2015. Sono state messe insieme diverse correnti odierne dell’arte polacca contemporanea, che hanno prodotto lavori che in qualche modo si richiamano alla spiritualità queer. Tutti i lavori esposti vertono essenzialmente sull’importanza di un contatto con la natura, la conoscenza intuitiva, la fede delle pratiche rituali o i sistemi personali di spiritualità.

Inoltre, in questa edizione, curata da Karol Radziszewski, sarà possibile ammirare artisti di generazioni diverse: Przemysław Branas, Agnieszka Brzeżańska, Tomasz Foltyn/Valentyna Tanz, Małgorzata Goliszewska, Jerzy Grotowski, Ryszard Kisiel, Natalia LL, Michał Łagowski, Adam Łuczak, Katarzyna Majak, Dominika Olszowa, Aleka Polis, Karol Radziszewski e Wiktor Zmysłowski.

Il vernissage è venerdì 13 novembre 2015 alle ore 19.00 con la performance dell’artista italiano, che attualmente risiede e lavora a Berlino, Ruben Montini.

La sesta edizione di Pomada prevede anche laboratori, dibattiti, proiezioni, concerti e feste con musica elettronica.

Sabato alle ore 20.00, presso la galleria d’arte nazionale Zachęta, ci sarà una rassegna dei film di Michael Dudeck, degli anni 2005-2015, dal titolo Witchdoctor.

Nicola Ruben Montini

Nicola Ruben Montini “Agiuda Mia, Tui Virgini”