L’empowerment femminile di Rick Owens

Il femminismo afro-americano queer di Rick Owens sfida l’idea convenzionale di bellezza da catwalk alla Paris Fashion Week Spring 2014.

It’s such an American phenomenon. I was attracted to how gritty it was, it was such a fuck-you to conventional beauty. They were saying, ‘We’re beautiful in our own way’” (Rick Owens).

Rick Owens ss14  Paris Fashion Week

Rick Owens ss14
Paris Fashion Week

Il fashion designer Rick Owens – un americano a Parigi – ha presentato la sua nuova linea “Vicious” in occasione della Paris Fashion Week Spring 2014, portando in scena la cultura americana da ghetto. Protagoniste sono state 40 ballerine di hip-hop – steppers – per lo più di origine afro-americana – reclutate da quattro squadre miliari: Washington Divas, Soul Steppers, The Momentums, The Zeta.

Una performance queer all’insegna di un empowerment femminile che ha reso un convenzionale catwalk in un rituale di danza guerriera, hip-hop e comunicazione sociale. Donne orgogliose di essere nere, competitive, con un fisico potenziato dallo sport e rappresentanti di una bellezza non convenzionale ai canoni ancora anoressici e nord-europei proposti dal fashion-system.