Essere Transgender non è più un disordine mentale

L’1 dicembre 2012 l’American Psychiatric Association (APA) ha approvato le modifiche alla versione più recente del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-V), che sarà pubblicato a maggio del 2013.

Dal Manuale è stato rimosso il termine “Disturbo dell’Identità di Genere” (DIG), utilizzato storicamente dai professionisti della salute mentale per la diagnosi delle persone transgender.
Disforia di genere” (Gender Dysphoria – GD) sarà la nuova dicitura per descrivere lo stress emotivo su “una marcata incongruenza tra il proprio vissuto legato all’identità di genere e il sesso assegnato”.

Un cambiamento storico, ha dichiarato GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation), al pari della rimozione dell’omosessualità come disturbo mentale dai manuali diagnostici nel 1973. 

Il processo di revisione del DSM è durato più di un decennio e si è avvalso dei contributi provenienti da 39 paesi di circa 1.500 esperti in psichiatria, psicologia, assistenza sociale, al fine di migliorare la conoscenza scientifica dei disturbi psichiatrici e di rispondere alle esigenze in modo ottimale clinico e sanitario, fornendo diagnosi più accurate, un migliore accesso ai servizi di salute mentale e migliori risultati per il paziente (Dilip Jeste, Presidente dell’APA).

Transsexualism is not a disease

Stefania Migliore by Francesco Paolo Catalano

Stefania Migliore by Francesco Paolo Catalano