Ditology

È lui. Il Dito. Semplicemente Il Dito. La Falange armata. Un curioso artista visivo che viaggia nell’inifito mondo delle icone e delle citazioni. Avviciniamo agli occhi il palmo della mano, più vicino, le impronte digitali prendono vita. È proprio qui che troviamo i suoi personaggi, sui polpastrelli delle dita.

Gesù, Berlusconi, Hitler, Garibaldi, Ronald McDonald, Diabolik, Hello Kitty, Gheddafi, Spock, Mickey Mouse, una bambola gonfiabile, una segretaria tabagista, per citarne alcuni.

 

Malesoulmakeup: Visitando il tuo blog, Ditology, si ha quasi l’impressione di non conoscerle affatto quelle icone, di incontrarle per la prima volta, mai viste in queste vesti/corpo/falangi tanto familiari. Perchè la scelta della dita, il dito come tela?
Il Dito: Volevo iscrivermi a i social network e per evitare richieste di amicizie “scomode” di parenti, amici lontani ed ex colleghi di lavoro, ho pensato di nascondermi dietro ad un dito, Dito Von Tease appunto.

Malesoulmakeup: Il Dito, punta il dito o si nasconde dietro a un dito?
Il Dito: Dito Von Tease è un indice, un ditaliano medio: punta il dito e poi ci si nasconde dietro.

Malesoulmakeup: Parlaci del tuo progetto in relazione all’identità delle tue icone e alla trasformazione/personalizzazione fisica in dito.
Il Dito: Ditology è l’antologia dei “diti” che raccoglie tutte le variazioni sul tema. Un progetto di character design semiserio, un’ossessione e un passatempo. L’idea non è originale, ma il contesto e il metodo sono inediti.
Un dito che cambia e si trasforma nelle icone più celebri della storia, della musica, dell’arte e della politica. L’immagine per un personaggio famoso, è proprio il dito dietro il quale nascondersi.

Malesoulmakeup: Il tuo lavoro è armato. È guerrilla. Svelerai mai la tua vera identità?
Il Dito: Dito è una falange armata e pratica una guerrilla particolare, la guerrilla marketing. Un teaser infinito che non svelerà mai un prodotto. Forse. Non devo svelare la mia identità perchè sul web io sono me stesso e, nello stesso tempo, non voglio fare il “Banksy de noantri”.

Malesoulmakeup: Le tue opere hanno fatto davvero il giro del web e non solo. Stai pensando di commercializzarle?
Il Dito: Chi vivrà, vedrà. :)

Malesoulmakeup: Ci puoi svelare in anterprima a quali “diti” stai lavorando?
Il Dito: Uno che stimo parecchio. Mistero…

http://ditology.blogspot.it/