A Pois

Una zebra a pois

Patty Owens – Una zebra a pois

Quando Nikky, il cane di Patty Owens, inzia a scodinzolare, lei gli canta una canzone e così inziano a ballare insieme: beh, che c’è, a pos, a pois a pois!

Patty Owens e il suo dalmata

Pois è la ripetizione che crea illusioni percettive, dinamismi bidirezionali, integralismi cromatici, stoffe queer.
Caramelle – palloncini – bambi – bolle di sapone – i pallini del domino – le fantasie delle farfalle – ciliegie – i semini dell’anguria – le biglie colorate – i pic nic – pimpa – le coccinelle.
Pois è tutto ciò che non è ortogonalità e razionalizzazione.
Pois è l’arcobaleno, le emozioni forti, le collane di perle, le ragazze curvy, il falsetto nel canto, le risate, Mina, i colori a spirito, Beth Dittole penne colorate.
A pois sono le coreografie punk di Michael Clark.
La pelle è pois: lentiggini, acne, vitiligine, nei, discromie.
I correttori cromatici e le palette trucco sono pois.

Leigh Bowery

Yayoi Kusama ha fatto del pois il suo abito e il suo linguaggio. Le sue installazioni sono a pois.
Patty Owens, durante la sua sosta in Australia, ha partecipato a un esperimento curato da Yayoi Kusama presso la galleria d’Arte Moderna GoMA di Brisbane. The Obliteration Room: per due settimane un ambiente bianco è stato riempito da adesivi pois dai bambini.
La creatività infantile è pois.

Yayoi Kusama