Tanyth Berkeley

La ritrattistica di Tanyth Berkeley è paragonata alla fotografia di Nan Goldin, Diane Arbus, Eugène Atget e a quella di Lisette Model.
Utilizza un linguaggio “street” per raccontare artisti di strada, albini, trangender, travestiti e lo stile di chi incontra a  Brooklyn.